Festival atuttomondo °°°

linea
linea

martedì 20 giugno 21,30



linea breve

 

  Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale  - POGGIBONSI ore 21.45

I SACCHI DI SABBIA/I GATTI MèZZI/GUIDO BARTOLI con un Video Contributo diGIPI

FRANCO STONE – SOUNDTRACK – conversazione-spettacolo su un esperimento teatral-musicale”

Anteprima regionale

con Francesco Bottai, Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano, Tommaso Novi, Rosa Maria Rizzi video fondali costumi Guido Bartoli e Giulia Gallo Produzione Internet Festival / I Sacchi Di Sabbia / In Co-Produzione Con Armunia (In Collaborazione Con La Fondazione Teatro Di Pisa E Con Il Sostegno Della Regione Toscana)

Antefatto: Una coalizione di artisti pisani decide di realizzare un UrFrankenstein. Lo spettacolo è una sorta di musical sperimentale ambientato a Pisa tra Settecento e Ottocento, in bilico tra documentario, fantasy-gotico e ricerca “divertita” delle fonti toscane che, nei primi anni dell’Ottocento, ispirarono Mary Shelley, l’autrice di Frankenstein.

In questa “intervista impossibile”, i protagonisti del musical fanno tentano di elevare la statura della loro fiction, e, attraverso l’esecuzione della colonna sonora, raccontano la genesi dell’opera, la trama, gli snodi drammatici. Forse pensano di restituire alla storia narrata la dignità di fatto storico documentato? Ma la farsa è una trappola che non si elude facilmente...

Mary e Percey Shelley frequentarono più volte Pisa nella prima metà dellOttocento. Il primo soggiorno documentato fu nel maggio del 1818; vi fecero ritorno a fine gennaio del 1820, e nellestate dello stesso anno si trasferirono ai bagni di San Giuliano Terme. Mary a quel tempo aveva già elaborato il nucleo drammatico del Frankenstein, la cui ideazione viene fatta risalire al maggio del 1816. Tutto questo è noto. Lo è meno il fatto che a Pisa, già alla fine del Settecento, circolava la sinistra leggendadel dott. Franco Stone (o Franco Pietra, come veniva comunemente chiamato), un misterioso scienziato, che pare si dedicasse allapplicazione del galvanismo sui cadaveri di esseri umani. Da Franco Stone (stone: pietra in inglese) a Frankenstein (stein: pietra in tedesco) il passo è breve. Una coincidenza o Mary Shelley conosceva già la storia di questo macabro personaggio? E se la scelta di Pisa negli itinerari della coppia fosse stata motivata proprio dalla curiosità di sapere qualcosa di più del misterioso scienziato? Franco Stone alias Franco Pietra potrebbe essere stato il modello per Victor Frankenstein?

I SACCHI DI SABBIAnascono a Pisa nel 1995 e nel panorama della scena teatrale italiana si distinguono per la capacità di far incontrare tradizione popolare e ricerca culturale spingendosi di volta in volta nell'esplorazione creativa di terreni diversi, dalla letteratura al cinema (Sandokan o la fine dell’Avventura e Tràgos), dal fumetto all'opera (ESSEDICE e Don Giovanni di Mozart. Hanno ricevuto un Premio UBU Speciale nel 2008, il Premio Nazionale della Critica nel 2011 e il Premio Lo Straniero nel 2016.

I GATTI MÉZZI nascono a Pisa nel 2005 da un'idea di Tommaso Novi e Francesco Bottai. All'attivo 5 dischi con un sesto in uscita nel febbraio del 2016. Numerose le tournée in Italia, Francia, Belgio e Canada.Ascrivibili alla corrente del cantautorato jazz hanno ribaltato le regole dell'immaginario popolare inserendolo in un contesto di ampio respiro, evocativo e colto. Nel 2007 vincono il premio Omaggio a Stefano Ronzani (nell'ambito Premio Ciampi). Nel 2014 firmano la colonna sonora di "Fino a qui tutto bene" del regista Roan Johnson in virtù del quale vengono candidati al Nastro d'Argento con il brano "Morirò d'incidente stradale".

MARCO AZZURRININoto comico e versatile chansonnier pisano, da più di vent’anni ormai attivo sulle scene di tutta Italia. Ha spesso collaborato con I Sacchi di Sabbia, con i quali ha vinto un Premio ETI per “Il teatrino di San Ranieri, nel 2001. I suoi ultimi spettacoli (Balera e Cazzotti) sono incentrati sulla storia di Pisa nel dopoguerra.

GUIDO BARTOLI Pittore tra i più apprezzati del panorama nazionale. Diplomato presso l’Accademia delle Belle Arti di Carrara, svolge da anni come freelance attività di grafica e di illustrazione. Per il teatro ha già collaborato con I sacchi di Sabbia nel progetto I 4 moschettieri in America.

GIPI Tra i più importanti autori di graphic novel europei, collaboratore di Repubblica e Internazionale, è anche autore e regista di film e video. Innumerevoli i riconoscimenti internazionali per il suo lavoro: uno tra tutti, il prestigioso Premio Goscinny al festival del fumetto di Angoulême, per la sua graphic novel “Appunti per una Storia di Guerra”. Il suo primo film si chiama L'Ultimo terrestre.

Informazioni:
info@timbreteatroverdi.it
prevendite: biglietteria Teatro Politeama in orario cinema 0577/983067


Ingresso:
€ 10 intero
€ 8 ridotto (soci Timbre e Scintilla, under 18 e studenti)
€ 15 Ridotto 2 spettacoli (20 e 21 giugno)

 
linea
Associazione Culturale Timbre
info@timbreteatroverdi.it
telefono 328 6783045

DigitalMODI - siti internet Firenze Siena